Lenti Oftamliche

Le lenti oftalmiche sono classificabili in base al materiale di produzione, al suo indice di rifrazione o alla tipologia di lente. Le prime ad essere state create e lanciate sul mercato sono state le lenti in vetro minerale, materiale usato per la prima volta nel lontano 1250. Le sue caratteristiche tecniche e ottiche l'hanno reso, per anni, la migliore soluzione per un occhiale capace di rispondere alle necessità visive di ogni singolo portatore.

La ricerca su questo materiale non si è mai fermata fino ai giorni nostri e si è concentrata sull'individuazione di un prodotto finito con un indice di rifrazione sempre più alto per guadagnare in leggerezza e sottigliezza, e con una miscela capace di assicurare eccellente qualità, maggiore durezza e resistenza agli agenti chimici. Nonostante i progressi effettuati, però, oggi giorno l'utilizzo del vetro è stato largamente superato da materiali organici, che offrono un’altrettanta elevata qualità di visione, trasparenza e soprattutto consentono la realizzazione di lenti molto sottili, leggere e resistenti. Le lenti in materiale organico sono disponibili in vari indici di rifrazione (tanto più è alto, tanto più sottile e leggera è la lente) che vanno dall'indice standard, CR39, fino agli altissimi indice 1.74 e consentono una serie di lavorazioni superficiali (colorazioni, specchiature, antiriflessi), non realizzabili su lenti in vetro.

Oltre al materiale di produzione, le lenti oftalmiche differiscono anche nella tipologia e quindi nella funzione che svolgono.

Esistono lenti oftalmiche specifiche per ogni esigenza visiva: lenti monofocali per la visione ad una sola distanza (vicino o lontano) lenti bifocali per una visione tradizionale del vicino e del lontano e lenti progressive, l'evoluzione dei mezzi occhialini per una visione continua e naturale a tutte le distanze Fondamentale per una soluzione ottimale e personalizzata è la scelta di una lente dalla qualità certificata, unitamente al ruolo dell'ottico optometrista e del medico oculista, capaci di guidarvi al meglio nella scelta tra materiale organico o minerale, trai vari disegni di lente e i trattamenti di superficie.

Il focus degli Ottici - Optometristi di Optoproject è quello di prendersi cura della salute dei vostri occhi. Per svolgere al meglio questa missione, il gruppo ha instaurato dei rapporti di collaborazione con le aziende leader del mercato oftalmico mondiale per offrire al cliente la migliore soluzione al proprio problema visivo.

Essilor, Hoya e Rodenstock sono le tre aziende più importanti sul panorama internazionale ed è proprio grazie all’altissima qualità dei loro prodotti che oggi nei nostri punti vendita troverete le migliori opportunità per lenti monofocali, bifocali e progressive.



HOYA

                


Grazie ai continui investimenti in attività di ricerca e alla massima precisione dei processi produttivi, HOYA realizza prodotti di elevata qualità che garantiscono la massima protezione, resistenza e comfort.

Seguendo questi standard, Hoya mette a disposizione un vasto assortimento di lenti, in materiale organico o minerale, in svariate geometrie, combinate a diversi trattamenti. L'ampia scelta di prodotti permette all'ottico di selezionare e proporre alla propria clientela la lente più adatta ai suoi bisogni di correzione visiva ed estetica.

Hoya garantisce un’offerta di lenti unica per ampiezza e qualità, che si traduce in: Materiali esclusiviGeometrie innovativeTrattamenti di qualitàLenti fotocromaticheLenti per attività outdoor.
L’obiettivo è assicurare una visione naturale, attraverso prodotti personalizzati, che rispettino lo stile di vita di ogni singolo utilizzatore e le differenti disponibilità di spesa.


ESSILOR


Con oltre 165 anni di esperienza nel campo dell'ottica, Essilor nasce nel 1972 dalla fusione di due società francesi: Essel e Silor. Unendo le loro competenze, le due aziende hanno dato vita a Essilor.

Essilor è l'inventore della prima lente progressiva Varilux e creatore della lente organica infrangibile Orma. 

Sin dalle sue origini, Essilor si caratterizza per il suo impegno verso la continua innovazione, la sua ambizione non è solo quella di produrre lenti correttive di alta qualità, ma anche rendere accessibile a tutti una migliore visione per migliorare la qualità della vita delle persone. A sostengo di questo obiettivo Essilor destina ogni anno oltre 180 milioni di euro in Ricerca e Innovazione.

Dispone inoltre di 3 centri di "Innovazione e Tecnologia" a Parigi, Dallas e Singapore, dedicati alla progettazione di soluzioni tecnologiche all'avanguardia. 
La missione di Essilor è quella di fornire la migliore soluzione visiva a chi ne ha bisogno, adattando sempre più le lenti alla fisiologia di chi le indossa. In virtù di ciò ha sviluppato prodotti quali Varilux, Crizal, Transitons, Eyezen, Xperio e Optifog, vere e proprie innovazioni tecnologiche.


RODENSTOCK


Nel 1877, Josef Rodenstock fonda, insieme al fratello Michael, l’azienda “Optisches Institut G. Rodenstock” che, a partire dal 1878, vende non solo lenti e montature per occhiali ma anche strumenti di misurazione di sua produzione.

Rodenstock si vanta di essere il produttore tedesco leader nel settore delle lenti oftalmiche che con circa 4.500 collaboratori è presente in oltre 85 Paesi.
L'azienda ha sede centrale a Monaco di Baviera, ma gestisce stabilimenti di produzione per le lenti in altre 15 sedi in 13 Paesi.
La competenza nella realizzazione degli occhiali rende Rodenstock l'unico produttore in grado di offrire un sistema di visione completo composto da lenti e montature: il Sistema Better Vision.
Al cuore dell’attività c'è la correzione dei difetti visivi, l'incremento del comfort e un design che evidenzi la personalità di chi indossa gli occhiali con lenti Rodenstock.

Il loro motto infatti è: “visione confortevole ed estetica ottimale”.